Follow Us Join us on Facebook Join us on Linkedin Join us on Twitter Join us on Google+ Join us on Printrest We are on Visit Gozo

Il relitto MV Karwela

Isola di Gozo – Immersioni: Il relitto MV Karwela

Il traghetto MV Karwela inizia la sua carriera nel 1957 con il nome di M/S Frisia II.
Nel 1977 cambia nuovamente nome in “Nordpaloma”. Nel 1986 arriva a Malta dove prende l’attuale nome di MV Karwela, servendo la Comino Marina LTD fino al 2002.
Il 12 agosto 2006, viene affondato assieme al MV Cominoland, nei pressi di Xatt L-Ahmar a Gozo perché possa trasformarsi in un reef artificiale per il ripopolamento della fauna marina e in attrazione e per i numerosi subacquei che vengono a fare immersioni all’isola di Gozo.
Il relitto di Karwela è lungo 50,31 metri e largo 8,50 metri. Fu progettato per trasportare 863 passeggeri.
La nave si trova a circa 50 metri dalla costa, ad una profondità massima di 39 metri. È una delle immersioni all’isola di Gozo un po’ più impegnativa, data la profondità.

Isola di Gozo – immersioni: MV Karwela – il percorso
Il MV Karwela è probabilmente il relitto più visitato dai sub a Gozo. È più interessante di quello del MV Xlendi; più vicino alla riva e più grande di quello della MV Cominoland. Inoltre possiede alcuni corridoi e fessure attraverso le quali è possibile nuotare. Il relitto è ora completamente popolato dalla fauna marina, e rivestito da alghe e da varie specie di invertebrati marini. Gli abbondanti sea firs rappresentano un’ottima fonte di alimentazione per i nudibranchi. L’acqua profonda e per lo più calma che circonda il relitto, favorisce anche la crescita di alcuni spirografi di grandi dimensioni (Spirographis Spallanzani).

Di solito l’immersione comincia da riva, con una breve nuotata dal punto di ingresso.
La prua poggia sul fondale a 39 metri, mentre il ponte si trova a 33 metri.

Il suo affondamento venne filmato per conto del governo di Gozo e il video del naufragio del MV Karwela invase Youtube, soprattutto con la scena che vede un gommone passare sotto alla poppa che si sta inalberando negli ultimi istanti, prima che la nave affondi definitivamente.

Ci sono due scalette sulle rocce presso la riva, che rendono molto più facile l’uscita dall’acqua dopo l’immersione al relitto.

Dove si trova:
A ovest di Mgarr

Come ci si arriva:
Si può raggiungere anche con la barca, ma in genere si preferisce partire dalla riva, raggiungibile grazie ad un sentiero che attraversa i campi, una facile passeggiata.
Dalla riva, l’ingresso è giusto sotto la scala.

Condizioni:
In genere è riparata dai venti di nord-ovest

Profondità media:
33m a prua e 38m a poppa

Profondità massima:
39m – 45m per la sabbia sotto lo scafo

Visibilità media:
40 metri

Per vedere ulteriori dettagli sugli altri numerosi siti d’immersione all’isola di Gozo ritorna alla nostra home page